III Congresso del Movimento Progressista 29/01/2012


NEWS


27/02/2012

“Gli oratori delle parrocchie e l’oratorio Don Bosco e la scuola gestita dalle Suore della Misericordia non pagheranno la nuova Ici, ovvero l’Imu per il loro ruolo altamente sociale”.

Ha le idee chiare il Sindaco Raimondi sulla nuova tassazione locale che interesserà anche il comune di Gaeta nel corso del 2012.

“Stiamo parlando di istituzioni che hanno contribuito, e stanno contribuendo, alla crescita di generazioni di gaetani. Penso in particolare all’oratorio Don Bosco, che coniuga i valori dello sport con la crescita della persona, e all’Istituto delle Suore della Misericordia che offre alle famiglie un orario scolastico prolungato consentendo una maggiore tranquillità lavorativa alle mamme lavoratrici. Non dimentichiamo, inoltre, gli oratori nelle parrocchie di San Paolo, San Nilo e Santi Cosma e Damiano che sono punti di riferimento per i quartieri nei quali si trovano – dichiara il Sindaco Raimondi - Sono d’accordo con il Governo Monti che la Chiesa debba pagare l’Ici sulle attività commerciali e ricettive perché in questo modo si vanno a toccare delle sacche di privilegio e di concorrenza sleale: penso ai conventi trasformati in alberghi che, al pari di altre attività ricettive, hanno goduto dell’esenzione di queste imposte realizzando profitti maggiori. Allo stesso tempo, trovo giusto esentare le scuole e gli oratori dall’Imu perché il loro obiettivo principale non è il profitto, ma svolgono da anni un importante ruolo sociale. Credo che il Governo Monti si stia muovendo nella direzione giusta e chiederò ai parlamentari di mia conoscenza di seguire con attenzione questi argomenti”.