7


Rassegna stampa

03/04/2009 Latina Oggi
Raimondi candidato al Parlamento Europeo

Gaeta, l'annuncio del sindaco in conferenza stampa

È UFFICIALE: Antonio Raimondi sarà il prossimo candidato al Parlamento Europeo tra le file dei Liberal Democratici Riformisti. Lo ha annunciato ieri in conferenza stampa lo stesso sindaco di Gaeta, affiancato dalla capolista dei LD, Daniela Melchiorre. In una parola sola «innovazione» .
«Il motivo per il quale ho deciso di candidarmi - ha chiarito Raimondi - è perché i liberal democratici rappresentano un partito moderato, indirizzato verso proposte concrete e in grado di portare avanti un dialogo che guarda al futuro con flessibilità e grande voglia di riformare i temi politici in cui credo». Il primo cittadino di Gaeta ha, infatti, precisato che «sarà un'ulteriore occasione di fare della buona politica che guarda a sinistra». La candidatura del sindaco di Gaeta a tutte le circoscrizioni con il «terzo partito europeo», però, risiede in una ragione più pragmatica, prima ancora che idealistica e riformista. «Si tratta, anche, di una scelta - ha chiarito Raimondi - dettata dal fatto che i 'soldi veri' sono oggi a Bruxelles, anziché alla Provincia e alla Regione. Se i finanziamenti di un progetto si fanno attendere a causa dei lunghi tempi burocratici necessari, la presenza al Parlamento europeo di un rappresentante del sud pontino non potrà fare altro che portare innovazione in tutto il territorio del Golfo». Tra le novità attese, anche alcune perplessità sul futuro amministrativo di Gaeta in caso di un'eventuale vittoria del Raimondi. «Al giorno d'oggi - ha rassicurato il primo cittadino - non esiste ancora una legge che sancisca l'incompatibilità dei due ruoli istituzionali. Per cui, non scapperò dagli impegni presi con i cittadini due anni fa». Durante la conferenza è poi, intervenuta anche la deputata parlamentare Melchiorre che ha voluto precisare: «Non a caso abbiamo scelto Gaeta per iniziare la nostra campagna politica. Con la presentazione di Raimondi tra le nostre file, avremo occasione di vantare un personaggio dal curriculum più che valido per affrontare questa sfida alle europee. Oggi, a distanza di due anni dalla sua rifondazione, il partito dei LD ha tutte le carte in regola per superare la soglia dello sbarramento alle elezioni».

Osvaldo Marchese